Ansia: cosa è e come combatterla

L’ansia è una sensazione spiacevole di tensione e angoscia che, in taluni casi, può diventare cronica. Grazie alla psicoterapia è possibile sconfiggerla.

Cosa è l’ansia?

L’ansia è uno stato psichico caratterizzato da una intensa sensazione di tensione, angoscia, agitazione interiore e paura. In condizioni di normalità può essere considerata un fenomeno fisiologico utile all’adattamento: in questo caso l’ansia si manifesta per far fronte a un reale pericolo. Tuttavia quando essa si presenta improvvisamente e svincolata da situazioni preoccupanti, si trasforma in un vero e proprio disturbo psichico; cioè a dire che, qualora l’ansia sia ingiustificata o comunque sproporzionata rispetto alla realtà, può dare luogo a un disagio, che può incidere negativamente sulla qualità di vita dell’individuo.

Coloro che sono affetti da disturbi d’ansia sono costantemente tormentati da pensieri negativi e preoccupazioni di ogni genere. Questi soggetti, inoltre, tendono ad aver paura di situazioni e cose che non destano alcuna timore negli altri.

Principali tipologie dei disturbi d’ansia

Se soffri di disturbi d’ansia è bene che tu sappia che essi possono essere distinti nelle seguenti tipologie:

1 – fobia specifica o fobia semplice: consiste in una sensazione di paura irrazionale nei confronti di cose o situazioni specifiche (aereo, cani, gatti, insetti, ecc.);

2 – disturbo di panico: è caratterizzato da attacchi di panico frequenti ed estemporanei;

3 – agorafobia (letteralmente “paura della piazza”): si tratta della paura di trovarsi in situazioni in cui è difficile trovare una rapida via di fuga o ricevere soccorso;

4 – disturbo ossessivo-compulsivo: il soggetto si trova ad avere pensieri o impulsi ricorrenti che lo costringono a mettere in atto azioni ripetitive (sia materiali che mentali);

5 – fobia sociale o sociofobia: è una sorta di timidezza patologica che si verifica in tutte le situazioni sociali;

6 – disturbo d’ansia generalizzata (DAG), consiste in una sensazione di preoccupazione cronica per qualsiasi circostanza della vita.

Principali sintomi dei disturbi d’ansia

L’individuo che soffre di uno dei disturbi di ansia è costretto a convivere con uno stato emotivo caratterizzato da tensione, nervosismo e angoscia a cui si accompagnano una serie di sintomi fisici, come i seguenti:

  • battito cardiaco accelerato
  • nausea
  • tremori
  • vertigini
  • affaticamento
  • cefalea
  • difficoltà a deglutire
  • tensione muscolare

Qualora i disturbi di ansia non vengano prontamente trattati, è anche possibile che si manifestino i sintomi tipici dello stato depressivo.

Come curare i disturbi d’ansia

Soprattutto nel caso in cui il paziente sia affetto da ansia cronica è opportuno ricorrere il meno possibile agli ansiolitici e prediligere, invece, l’approccio psicoterapeutico. La terapia cognitivo-comportamentale è la cura più adatta per contrastare i disturbi d’ansia, in quanto agisce in una duplice direzione: da una parte tenta di correggere i pensieri negativi del soggetto ansioso e dall’altra lavora sulle emozioni e i comportamenti da essi originati. D’altra parte durante le sedute, il terapeuta cercherà di capire quali sono i fattori che stanno alla base del disturbo, creando un rapporto di fiducia col paziente e garantendogli un ambiente sicuro e rilassante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *